Quaderni

Contenuti del portale http://www.e-iglesias.eu

Scarica gratuitamente (download pdf e-book)

pagine

pdf

mp3

status

e-book di e-iglesias.eu 2012-15 (il sito in un solo file)

460

e-book Quaderno n.0 di e-iglesias.eu (cinema del possibile)

80

e-book Quaderno n.1 di e-iglesias.eu (esperienze possibili)

-

-

e-book Quaderno n.2 di e-iglesias.eu (razionalità operante)

36

e-book Quaderno n.3 di e-iglesias.eu (valori e disvalori)

42

e-book Quaderno n.4 di e-iglesias.eu (gente e ambiente)

-

-

e-book Quaderno n.5 di e-iglesias.eu (azioni possibili)

112

e-book Quaderno n.6 di e-iglesias.eu (memoria)

50

e-book Quaderno n.7 di e-iglesias.eu (consapevolezza)

82

e-book Quaderno n.8 di e-iglesias.eu (umanità)

-

-

e-book Quaderno n.9 di e-iglesias.eu (risorse)

78

e-book Quaderno n.10 di e-iglesias.eu (progresso)

-

-

e-book Quaderno n.11 di e-iglesias.eu (cronologia)

42

 

CC BY =

Licenza Creative Commons BY (puoi duplicare e riprodurre i contenuti gratuitamente se citi l’autore e la fonte dei dati) - Creative Commons Licence BY (you can duplicate and reproduce contents freely if you quote the author and the source of data)

È sufficiente aggiungere BY e-iglesias.eu (attivando il link al sito) dove si utilizza il materiale citato.

 

           
 

Questo è un blog personale e non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge 62/2001.

    

Hanno detto...

«Ogni tempo ha il suo fascismo: se ne notano i segni premonitori dovunque la concentrazione di potere nega al cittadino la possibilità e la capacità di esprimere ed attuare la sua volontà. A questo si arriva in molti modi, non necessariamente col timore dell'intimidazione poliziesca, ma anche negando o distorcendo l'informazione, inquinando la giustizia, paralizzando la scuola, diffondendo in molti modi sottili la nostalgia per un mondo in cui regnava sovrano l'ordine, ed in cui la sicurezza dei pochi privilegiati riposava sul lavoro forzato e sul silenzio forzato dei molti.»

[Primo Michele Levi (Torino, 31 luglio 1919 – Torino, 11 aprile 1987) scrittore, partigiano, chimico e poeta italiano, autore di racconti, memorie, poesie e romanzi]

Aggiungi commento

Puoi commentare liberamente anche in forma anonima.

Codice di sicurezza
Aggiorna