Cronologia: Iglesias nel Sulcis Iglesiente - 1900

1900

La Società Monteponi partecipa all'Esposizione Universale di Parigi


1901

Nel distretto minerario di Iglesias la popolazione adulta è per metà analfabeta (44,98%). I minatori in Sardegna sono 10 786

 

1902

L’industria mineraria e metallurgica italiana produce circa 500 milioni di lire in un anno e occupa 204 121 operai ciò significa che per pagare tutti gli operai italiani erano necessari circa 209 milioni di lire (204121 * 365 giorni * 2,8 lire/giorno = 208 611 662 lire anno per tutti gli operai, ossia poco meno del 42% dei ricavi, ipotizzando una paga giornaliera massima di 2,8 lire in tutta Italia)

 

1903-4

Ondata di scioperi cui aderiscono le leghe dei lavoratori di molti comuni della Sardegna del Sud-Ovest. Innumerevoli rivendicazioni: aumento dei salari (che variavano da poco più di 1 lira a meno di 3 lire al giorno), gratuità dell’olio per le lampade da lavoro (che fino ad allora doveva essere pagata dagli operai), liberalizzazione dell’uso della legna da ardere delle zone boschive limitrofe (di proprietà delle industrie minerarie), riduzione degli affitti degli alloggi (sempre di proprietà degli industriali), abolizione dei servizi accessori (dopo l’orario di lavoro) obbligatori a favore dei dirigenti della miniera (servizi domestici, giardinaggio, facchinaggio…). A queste si aggiungono le rivendicazioni politiche: termine delle persecuzioni (oggi diremo mobbing) contro gli operai iscritti alle leghe, riassunzione degli operai licenziati ingiustamente, libertà di riunione tra operai e gestione di terreni per la costruzione di forni e altri servizi di condivisione e cooperazione tra operai…

 

1904, 4 settembre

Eccidio di Buggerru (4 morti, 11 feriti)

 

1904, 4 ottobre

Primo sciopero nazionale dei lavoratori


Sciopero generale (Buggerru, 4 ottobre 1904)

1904

Si forma la Federazione Regionale dei Minatori con segretario Giuseppe Cavallera (medico torinese, iniziò l’attività politica a soli 24 anni, nel 1897, organizzando la Lega dei Battellieri di Carloforte della quale divenne sindaco nel 1906, fu eletto deputato nel 1913 e senatore della Repubblica italiana nel 1948 per il PSU)


1904, 22 dicembre

Per iniziativa di alcuni appassionati fu approvato lo statuto della società "Ginnastica Jolao" (Iolao in greco Ίόλαος) di Iglesias. Con una lettera datata 10 Febbraio 1905, il presidente della neonata società, Adolfo Decinè ne diede notizia alla giunta municipale. Dopo varie interruzioni, l’attività fu rilanciata nel 1974 come Polisportiva da Antonio Mascia, Giovanni Diana e Efisio Trincas. Dalla metà degli anni '80 la società fu la prima a promuovere la pallavolo ad Iglesias e a portarla a livelli nazionali (serie C1); contemporaneamente venivano iniziate attività strutturate per l’atletica leggera che attualmente resta l’unica attività praticata sotto la guida attenta di Vittorio Trentin (direttore tecnico e Presidente) e del figlio Riccardo

1905

Monteponi viene sperimentato il trattamento innovativo del minerale di zinco, per ottenere l’ossido, da parte di Francesco Sartori; il sistema di Sartori portò alla realizzazione di un impianto tra il 1914 e il 1917

 

1906

La Società Monteponi riceve la Medaglia d'oro dell'Esposizione Universale di Milano

 

1906, 25 giugno

L’Associazione dei Periti Minerari, riunita in assemblea, delibera di richiedere formalmente al Ministero l’istituzione di una “Scuola Superiore Mineraria”

 

1914-21

Angelo Corsi viene eletto sindaco di Iglesias

 

1911

Viene terminata la costruzione della “Scuola Superiore Mineraria” che diventerà “Regio Istituto Tecnico” ad indirizzo minerario con Regio Decreto il 24 agosto 1933.

La “Scuola Mineraria” verrà dedicata a Giorgio Asproni , ingegnere e imprenditore minerario che concepì, spinse e finanziò l’idea di una scuola mineraria per capi minatori con sede a Iglesias, spostando da Cagliari al Sulcis gli investimenti e l’interesse per la cultura mineraria in Sardegna


Istituto Tecnico Industriale Minerario (Iglesias)

1915-18

L’Italia entra in guerra contro l’Austria e la Germania. Cittadini del Sulcis Iglesiente partono per il fronte sul Carso e il Vittorio Veneto: molte le vittime, i mutilati e i feriti


1919, 1° dicembre

Inizio sciopero dei minatori del Sulcis Iglesiente (Bacu Abis, Carloforte, Iglesias...)


1920, 8 maggio

Protesta per il pane delle famiglie dei minatori (Palazzo del Vice Prefetto, Piazza Municipio, Iglesias)

 

1920, 11 maggio

Eccidio di Iglesias.

Carabinieri e guardie regie sparano su una folla di circa 2000 minatori in corteo (7 morti, 26 feriti)

Funerali delle sette vittime dell'eccidio di Iglesias (11 maggio 1920)


1921, 21 gennaio

Scissione dei socialisti (PSU) a Livorno e nascita del Partito Comunista d'Italia (PCd'I)


1921, 23 marzo

Nasce ad Iglesias la prima sezione del fascio per iniziativa di tre ex ufficiali dell’esercito e finanziata dall’oligarchia mineraria guidata dall’avv. Sorcinelli e da alti dirigenti delle miniere, che si distinguerà per cattiveria e crudeltà, sempre “duramente contrastata e battuta dai minatori” e che un’inchiesta della segreteria fascista di Cagliari del 1924 indicherà come formata da “violenti per mestiere, la maggior parte pregiudicati, fannulloni” che lo stesso Mussolini aveva già definito sul Popolo d’Italia nel 1922 come “compagnia malvagia e scempia”
 

1921, aprile

A Oristano nasce il Partito Sardo d'Azione, tra i fondatori Davide Cova e Emilio Lussu

 

1921, 22 aprile

Attentati al segretario della Federazione dei Minatori Giuseppe Pichi (passato dal PSU al PCd'I dopo la scissione, e poi in seguito ritornato nel PSU) e al consigliere Sebastiano Baldino (PCd'I)

 

1922, 28 maggio

Aggressione fascista a Angelo Corsi (PSU)


1922-24

Viene realizzata la "galleria di Porto Flavia" (Masua, Iglesias) su un progetto della società belga Vieille Montagne affidato all'ingegner Cesare Vecelli, al fine di abbattere i costi di trasporto del minerale dalla cava all'imbarco (di fronte al faraglione "Pan di Zucchero"). La struttura si sviluppa interamente dentro la montagna per circa 600 metri, per avere uno sbocco a picco sul mare. È costituita da nove silos scavati nella montagna tramite l'estensione guidata di caverne naturali tra due gallerie sovrapposte e rappresenta un'opera importante per l'innovazione tecnologica mineraria


1922, luglio

Viene presentato il bozzetto della scultura dedicata ai caduti di tutte le guerre da parte dello scultore Francesco Ciusa al Municipio di Iglesias; il monumento verrà completato in sei anni e inaugurato nel 1928, collocato su 64 mq. in Piazza Oberdan a Iglesias


1923

Viene fondata l'Associazione Santa Barbara allo scopo di organizzare le feste in onore della patrona dei minatori. Questa associazione si prodigò per ottenere un primo campo sportivo presso le "Case operaie", in Via Roberto Cattaneo (Iglesias), dalla Società Mineraria Monteponi, proprietaria dei terreni. Da questa associazione nascerà il "Gruppo Sportivo Monteponi" di Iglesias nel 1925, trasformatosi in "Dopolavoro Monteponi" nel 1940 e "Monteponi Iglesias Calcio" nel 1999 

 

1923-26

L’impianto per l’elettrolisi (costruito nel triennio e rimasto in funzione, dopo diversi ammodernamenti, sino al 1983) sfruttava l’energia della centrale idroelettrica del Coghinas (Società Elettrica Sarda)

 

Aggiungi commento

Puoi commentare liberamente anche in forma anonima.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

 
+10 # Sergio 2015-06-21 11:50
Mancano i tentativi falliti (con soldi pubblici!) Binex, Cardnet e fabbrica di CD, ma anche riusciti come il calzaturificio di Iglesias, che forse non tutti ricordano perche troppo giovani forse
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+7 # Mauro 2015-06-21 15:17
Se vi è possibile fornite dati e riferimenti.
Grazie!
NB Vale per tutti i post di questa pagina.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # G. 2015-07-07 15:18
Ma il Crobu non è stato chiuso?
E poi il palazzo della exprefettura (?) in corso colombo, non potrebbero fare un museo territoriale, una pinacoteca, un museo archeologico? Insomma qualche cosa di stabile per il turismo? Ehehehe non faranno mai un ca..o!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+8 # Giulio 2015-06-21 15:23
Mancano gli ospedali (S. Barbara vecchio/nuovo, Crobu e CTO) e anche il campo sportivo e la squadra Monteponi... e tante altre cose :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Mauro 2015-07-06 10:12
Grazie per il suggerimento! Se avete dei riferimenti (link) interessanti, indicateli in un post. Grazie
NB mi faciliterebbe il lavoro...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # noions 2015-07-10 16:21
Buona idea, peccato che gli iglesienti siano molto pigri e inadatti ad una iniziativa come questa, in toscana o in emilia avrebbero partecipato in molti a definire una memoria comune. Continuate così!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # B. 2015-08-20 12:50
Autopala Montevecchio non una semplice "pala meccanica"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione