Articoli

Rockwool Iglesias: cronistoria di una delocalizzazione

In queste brevi note ripercorriamo le tappe più significative della storia dello stabilimento Rockwool di Iglesias. 

La vertenza Rockwool si è conclusa venerdì 19 luglio 2013 e gli operai sono stati stati riassunti dopo una lunga lotta che li ha visti, tra le altre manifestazioni di protesta pacifica, occupare la galleria Villamarina nella miniera di  Monteponi (Iglesias)  per richiamare l'attenzione dell'opinione pubblica e risvegliare la classe politica regionale dopo un accordo siglato il 22 dicembre 2011 presso il palazzo della Regione Sardegna in presenza del presidente e dell'assessore all'industria. Tale accordo prevedeva il reinserimento dei lavoratori ex Rockwool all'interno di due società della gestite dalla Regione (IGEA e Carbosulcis). 

Rockwool è una multinazionale danese, leader mondiale nella produzione di lana di roccia (materiale utilizzato per realizzare isolanti termici, materiale per la coibentazione).


1993 nasce il progetto ISOLROCK lana di roccia, grazie ala Legge n. 221/90, volta al reinserimento di ex minatori

1999 Rockwool Italia S.p.A. acquisisce, dalla Regione Sardegna, la fabbrica ISOLROCK lana di roccia

2004 Rockwool ottiene il marchio CE per i prodotti di lana minerale; tale marchio garantisce la qualità dei prodotti e favorisce la loro circolazione nella comunità europea

2000-05 aumentano produzione e vendite dei prodotto Rockwool

2005 la holding Rockwool costruisce in Croazia un nuovo stabilimento; la lavorazione a ciclo continuo migliora la capacità produttiva del 30%

2007 la fabbrica di Iglesias riceve il più importante premio di produzione del gruppo



2007 nasce Rockwool Adria: l'amministrazione Rockwool S.p.A. unisce lo stabilimento croato a quello sardo di Iglesias. Parte delle risorse umane ed economiche provenienti da Iglesias sono destinate alla Croazia

2007 lo stabilimento croato comincia a produrre, seppure non a regime (per cause politico-ambientali)

2008 le stime di mercato indicano una crescita netta del 10% sui coibentanti in lana di roccia; lo stabilimento di Iglesias produce agli stessi costi dell'anno precedente ma la Rockwool considera questo periodo estremamente negativo



2009 a febbraio la Rockwool dichiara un deficit dello stabilimento di Iglesias di 600000 euro per i primi tre mesi dell'anno

2009 a marzo la Rockwool comunica l'indisponibilità degli azionisti a sostenere altre perdite

2009 ad aprile la Rockwool annuncia una perdita di 1.15 milioni di euro: cessazione dell'attività produttiva ad Iglesias


Parte la dismissione dello stabilimento e il licenziamento del personale (Cassa Integrazione per 78 lavoratori).


2009 aprile 17, con una e-mail al sindaco di Iglesias Rockwool annuncia lo smantellamento dell’azienda entro 70 giorni

2009 tra aprile e agosto comincia la lotta organizzata con un presidio all'ingresso dello stabilimento

2009 da giugno parte la cassa integrazione (circa 100 dipendenti, solo due persone restano in servizio: gli addetti allo smantellamento dello stabilimento che verrà portato in India)

2009 da settembre comincia il presidio 24 ore su 24 all'interno dello stabilimento


Rockwool cronostoria


2010 ad aprile per maggiore visibilità della protesta viene occupato il ponte nei pressi della miniera di Campo Pisano ("Il Ponte per il Lavoro"); i lavoratori organizzano un Festival culturale in risposta a chi vuole renderli anonimi. Il Rock(Wool) Festival vuole essere una risposta alla classe politica del territorio che non ha risposte adeguate sul lavoro



2011 viene firmato un accordo, il 22 dicembre, con la presidenza della Regione Sardegna e l'assessorato all'industria: la promessa è il reinserimento dei lavoratori ex Rockwool all’interno di due società della Regione Sardegna (IGEA e Carbosulcis ), entro un anno


Rockwool: il fantasma della parola data

2012 novembre, le promesse sono state disattese: gli operai Rockwool, martedì 13 novembre, occupano la miniera: ancora nessuno dei 56 operai è stato reinserito e tra pochi mesi gli assegni di mobilità rischiano di essere ridotti  

Natale 2012: appello degli operai ex Rockwool

 

2012 dicembre, un mese di occupazione al freddo e all'umido, ma la classe politica regionale è un fantasma e non segna la chiusura del caso nonostante gli accordi presi

2012 dicembre, venerdì 21 gli operai murano l'ingresso della miniera. "Murare gli ingressi vuol dire che se non si fa l'accordo vivi non si esce, il segnale è molto chiaro". E ancora "[...] Noi vent'anni fa abbiamo lasciato le miniere con una promessa che non è stata rispettata. Oggi gli accordi si devono rispettare".

2012 dicembre, giovedì notte 27, accordo siglato tra Regione e organizzazioni sindacali, che prevede la ricollocazione dei lavoratori in società partecipate e in house della Regione, «previa verifica dei requisiti e dei titoli professionali», ma anche il reinserimento in società private impegnate nel settore delle bonifiche, anche in territori diversi dal Sulcis Iglesiente.

2012 dicembre, l'ultimo dell'anno, lunedì 31 dicembre 2012 segna il termine della fase acuta della lotta per il lavoro. “L’accordo non è male,  questa volta c’è una legge a differenza di un anno fa." dice Tore Corriga. ll Natale trascorso in miniera, il forte proposito di uscire con la soddisfazione di avere ottenuto un accordo vantaggioso: ”Vogliamo uscire da questo muro, tornare a vivere".

L'augurio è che sia stato raggiunto un vero accordo che soddisfi pienamente gli operai e le loro famiglie in modo duraturo. 

2013 luglio, venerdì 19 è la data del rientro: gli operai ex-Rockwool tornano a lavoro.



Questa nota è stata ottenuta attraverso la fusione e la mescolanza di contenuti provenienti dalla rete (merging). Il suo contenuto è dichiaratamente non originale, basato sulla duplicazione di contenuti reperibili facilmente nel Web, verificati e adattati alle esigenze, di diffusione di informazioni corrette e verificate, di questo sito.

Le informazioni riportate nel seguito sono prevalentemente tratte dal reportage no-profit, autoprodotto dai lavoratori, "Il ponte del Lavoro". Fotografie di Sandro Cherenti e Salvatore Corriga, Musiche Folkamiseria per il brano "Sarrasine".

Tutte le immagini vengono pubblicate come mash-up e merging senza fine di lucro, al solo scopo di ripetizione fedele e di diffusione dei contenuti espressi dagli autori senza alterazione del messaggio originario.


Web

  1. La storia di Salvatore, ex lavoratore Rockwool (27/07/2012)   
  2. Rockwool all'isola dei cassaintegrati (21/11/2012)   
  3. Rockwool: visita di solidarietà degli operai Alcoa (20/11/2012)   
  4. In galleria con gli operai Rockwool (22/11/2012)   
  5. Sulcis: 30 giorni di occupazione (12/12/2012)   
  6. Operai Rockwool escono da galleria (31/12/212)   
 

 

 

 

    

Aggiungi commento

Puoi commentare liberamente anche in forma anonima.

Codice di sicurezza
Aggiorna