Articoli

Le armi del potere: menzogna e disinformazione - Profiling digitale

Oltre alle strategie fin qui individuate, la rete e l'evoluzione del Web hanno permesso di attuare nuove strategie e realizzare progetti sino a pochi anni fa solo immaginabili. La continua ed irrefrenabile corsa al miglioramento e potenziamento delle interconnessioni dei calcolatori (calcolo distribuito) e i miglioramenti vertiginosi nelle performance dei processori e delle tecnologie di memorizzazione di massa, lo spazio disco che dai Mbyte è passato rapidamente ai Gbyte e ai Tera Byte (T byte = 1000 Gbyte) e oltre, hanno permesso di concepire banche dati in grado di raccogliere e incrociare le informazioni di intere popolazioni e motori di ricerca che utilizzano dispositivi elettronici specializzati in grado di eseguire, a velocità sempre crescenti e in parallelo, gli algoritmi di ricerca su grosse moli di dati.


Creare delle banche dati coi profili delle persone

Sono state messe in piedi tecniche avanzate per l’analisi semantica delle pagine web. Con tali software si mira a conoscere meglio i contenuti dei dialoghi in rete o meglio quanti parlano di un prodotto o di un personaggio pubblico, per sapere che cosa ne pensano. Classificare i sentimenti degli utenti del social network (in facebook, nei blog, microblog, ecc.) e individuare i commenti positivi o negativi per poi creare delle banche dati da vendere a società di consulenza e di marketing. In realtà tali applicazioni tenderanno sempre più ad analizzare la formazione del giudizio su prodotti, aziende e persone da parte della comunità estesa della rete. Tutte le tecniche convergono verso la necessità di classificare e comparare dati di grande estensione e di elevato dinamismo per creare strategie di mercato applicabili nel breve medio termine o per analizzare l'informazione circolante e tentare di condizionarla iniettando in rete informazioni false per verificare le fluttuazioni degli umori o destabilizzare, fuorviare, confondere gli utenti.

Nemico pubblico 'Enemy of the State' (Tony Scott, 1998)    


Per fortuna si è osservata una grande elasticità della rete nel riuscire a ricondurre delle notizie false nel giusto alveo informativo vista l'elevata sensibilità ai mutamenti dei suoi componenti più attivi. La rete sembra ridare dignità al concetto di massa, pur con tutti i limiti e le debolezze individuali, i gruppi sembrano caratterizzati da un maggiore senso critico e un maggiore pragmatismo che in passato.

Tutto questo non è gratuito, è necessario leggere, ascoltare, guardare con attenzione (distinguere criticamente ciò che è attendibile da ciò che è falso o potenzialmente inattendibile) e quindi impegnarsi nella ricerca di riscontri, nel confronto, nell'arricchimento culturale oggi più che in un recente passato; le nuove generazioni sembrano avere assorbito questa attenzione che ora è una necessità, o almeno questo è ciò che ci si aspetta da loro, pur sapendo di essere osservati.


10 modi in cui veniamo seguiti     La tua vita on-line      


   

 






I social network sul Web sono una forma diversa di spazio pubblico e hanno quattro caratteristiche che li rendono unici. 

La persistenza: la traccia virtuale di ogni utente rimane visibile per molto tempo; ciò facilita la comunicazione diacronica (nel suo divenire, dinamicamente, nel tempo), ma significa anche che quello che si dice quando si era adolescenti è ancora accessibile quando si diventa adulti. 

La ricercabilità: chiunque può ricostruire con relativa facilità le frequentazioni virtuali dei propri figli, amici, conoscenti; a maggior ragione una società di ricerca di informazioni ha a disposizione potenti strumenti per ricostruire dettagli relazionali di estese popolazioni di utenti della rete in modo del tutto automatico e aggiornabile al variare del tempo. 

La replicabilità: le informazioni digitali sono facilmente clonabili/copiabili. Questo significa che si può copiare una “conversazione” che è avvenuta in una certa chat-room e incollarla da un’altra parte, decontestualizzandola e/o ricontestualizzandola; ciò significa anche che è sempre più difficile capire se un determinato contenuto è falso o se è stato alterato. 

Il pubblico invisibile: nella vita pubblica di tutti i giorni è facile incrociare estranei, ma noi generalmente ce ne accorgiamo e notiamo immediatamente se qualcuno sta spiando la nostra conversazione. Negli spazi pubblici mediati l’agguato non solo è invisibile, ma la persistenza, la ricercabilità e la replicabilità delle nostre azioni virtuali consentono la partecipazione di pubblici che non erano nemmeno presenti nel momento in cui ci siamo espressi. 

Tutto questo si presta al profiling automatico e alla manipolazione, sia di singoli (tramite false identità) che di gruppi organizzati attraverso la cosiddetta "sentiment analysis" e la "social network analysis", due settori di studio della sociologia che analizzano la reazione a certi stimoli cognitivi e le relazioni di omogeneità e disomogeneità tra individui e gruppi rispetto ai valori percepiti (perceptual mapping). 

Il futuro è già qui!

La consapevolezza diffusa la nostra unica difesa contro le menzogne e la disinformazione.

 

 Noam Chomsky: le 10 regole del controllo sociale       


Articoli più letti - Consapevolezza

   

Letture consigliate

  1. Noam Chomsky - Capire il potere - Il Saggiatore 2008
  2. Noam Chomsky e Edward S. Herman - La fabbrica del consenso - Il Saggiatore, 2006
  3. Noam Chomsky - La democrazia del grande fratello - Piemme 2005
  4. Noam Chomsky - Il bene comune - Piemme 2004
  5. Walter Lippman - Public Opinion - Createspace 2010
  6. Edward Bernayes - Propaganda - Createspace 2010
  7. Aldo Giannuli - Come funzionano i servizi segreti - Ponte alle Grazie 2009
  8. Michele Loporcaro - Cattive notizie - Feltrinelli 2005
  9. Claudio Fracassi - Sotto la notizia niente - I libri dell'altritalia 1994
  10. Nicoletta Cavazza - La persuasione - Il Mulino 1996
  11. Nicoletta Cavazza - Psicologia degli atteggiamenti e delle opinioni - Il Mulino 2005
  12. N. Bonini, F. Del Missier, R. Rumiati - Psicologia del giudizio e della decisione - Il Mulino 2008
  13. Luigi Anolli - Fondamenti di psicologia della comunicazione - Il Mulino 2006
  14. Psicologia economica, a cura di Rino Ruminati, Enrico Rubatelli e Maurizio Mistri, Carocci 2008
  15. Martin Howard - Sappiamo cosa vuoi - Minimum Fax 2005
  16. Marcello Tedeschi - Le decisioni degli agenti economici: razionalità, contesto ed emozioni - Franco Angeli 2006
  17. Robert B. Cialdini - Le armi della persuasione - Giunti 1989
  18. Paul Ekman - I volti della menzogna - Giunti 1985
  19. Altre letture consigliate
  20. Il processo (un film di Orson Welles, tratto dall'omonimo romanzo di Franz Kafka)
  21. George Orwell - 1984 (Nineteen Eighty-Four, 1948)  - Mondadori 2002 
  22. Aldous Haxley - Mondo Nuovo (Brave New World, 1932) - Mondadori 2000

 

Altre fonti

  1. Seán MacBride - Many voices, one world: towards a new, more just, and more efficient world information and communication order - UNESCO Report - Publ: 1980; 312 p.   
  2. Freedom of Press Reports   
  3. DDL Alfano "se lo conosci lo eviti" (Unione Nazionale Cronisti Italiani, marzo 2009)   
  4. Controllo totale vs. privacy (e-iglesias.eu)  

 

Wikipedia

  1. Modello di propaganda
  2. Mezzo di comunicazione di massa

 

Cinematografia

  1. Richard Linklater - Un oscuro scrutare 'A scanner darkly' - USA 2006
  2. Jonathan Demme - The manchurian candidate - USA 2004
  3. Roger Spottiswoode - Spinning Boris 'Intrigo a Mosca' - USA 2003
  4. Richard Linklater - Waking Life 'Risvegliare la vita' - USA 2001
  5. Peter Weir - The Truman Show - USA 1998
  6. Tony Scott - Nemico pubblico 'Enemy of the State' - USA 1998
  7. Michael Redford - 1984 - UK 1984
  8. David Cronenberg - Videodrome - Canada 1983
  9. Alain Resnais - Mon oncle d'Amérique - Francia 1980
  10. Sydney Lumet - Quinto potere 'Network' - USA 1976
  11. François Truffaut - Fahrenheit 451 - UK 1966
  12. Orson Welles - Il processo - Fra/Ita/Ger/Jugoslavia 1962
  13. Orson Welles - Quarto potere 'Citizen Kane' - USA 1941

Quaderno zero  "Il cinema del possibile" file PDF (scaricalo gratuitamente)   




    

Aggiungi commento

Puoi commentare liberamente anche in forma anonima.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Commenti   

 
+12 # amelia bohannon 2014-03-12 05:05
Marvelous, what a web site it is! This web site presents
valuable data to us, keep it up.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+5 # Adelaide Seppelt 2015-06-09 19:56
I am not sure where you are getting your information, but good topic.
I needs to spend some time learning much more or understanding more.
Thanks for magnificent information I was looking
for this info for my mission.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+4 # Mauro 2015-06-09 20:34
Try to read "Letters from Lexington"
en.wikipedia.org/.../...
www.amazon.com/.../1594510296
the italian translation is "La democrazia del grande fratello"
ibs.it/.../...
But there are a lot of souces that contains convergent informations on this topic. This is not an academic article, my main target is the common citizen of a small city, stimulating curiosity and will to undestand more.
Be patient and, if necessary, work hard to rebuid the complete source reading all the suggested readings!
Best regards.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione